Casa

Cambiamo casa…!

Un trasloco è un grande cambiamento. E come tutti i grandi cambiamenti si porta dietro emozioni contrastanti: entusiasmo e gioia da una parte, stress e stanchezza dall’altra. E se per i grandi un trasloco è un forte stress (scientificamente riconosciuto), per i bambini può esserlo ancora di più. Soprattutto se, nei giorni dell’imballaggio e del trasferimento, vengono affidati ai nonni o agli amici e, poi, si ritrovano, di punto in bianco, in una casa che non conoscono. Con i genitori che vanno e vengono perché lavorano, la casa per loro è un punto di riferimento e di stabilità. Cambiarla è uno sradicamento. Perciò coinvolgeteli nell’operazione fin dall’inizio. Ecco alcuni suggerimenti:

Prima del trasloco:

  • Portate i bimbi a vedere la casa nuova e raccontategli come intendete organizzarla, e quante e quali cose belle potrete fare all’interno della nuova casa.
  • Spiegate loro i motivi del trasloco e cosa accadrà.
  • Pianificate tutti i dettagli in modo accurato e con anticipo. Pensate anche a eventuali interventi in modo da evitare un eccessivo via vai di persone. Sarà bene, infatti, rientrare alla normalità quanto prima.

 

Durante il trasloco:

  • Ricreate un ambiente familiare e simile al precedente, per quanto possibile. Ad esempio potete tinteggiare le pareti della cameretta nello stesso colore della vecchia cameretta o potete disporre i mobili nella stessa posizione. Questo aiuta a dare sicurezza al bimbo e a ridurre il senso di disagio e smarrimento.
  • Ricordate che i bimbi assorbono tutte le emozioni dei genitori. Evitate quindi di farvi vedere nervosi e agitati dai vostri bambini, potreste altrimenti incrementare anche la loro tensione e rendere tutto più difficile.

 

Dopo il trasloco:

  • Se notate che i vostri figli sono più nervosi o capricciosi del solito, non siate troppo rigidi e severi. Cercate di essere comprensivi e date loro tutto l’affetto extra di cui hanno bisogno, per infonder loro sicurezza e tranquillità.
  • Ristabilite quanto prima la routine dei bimbi, mantenendo gli orari e i ritmi del sonno, dell’alimentazione e delle attività principali.
  • Se potete, organizzate una festicciola di inaugurazione della nuova casa, invitando qualche amichetto.
  • In linea generale, armatevi di tanta pazienza e tenete duro. Dopo qualche giorno anche voi sarete più rilassati e comincerete a godervi la nuova vita.

 

Mary Merenda
Insegnante di scuola dell’infanzia

Post Correlati

Lascia un commento

*