Defibrillatore

Un defibrillatore per rendere Bovolone una “Città Cardioprotetta”

Bovolone sarà una “Città Cardioprotetta” è questo il nome del progetto dell’Associazione Culturale “Gente e Territori”, nata a Verona ma allargatasi a molti altri comuni della Provincia. Verrà donato quindi un defibrillatore al Comune di Bovolone ed in più verranno formate 6 persone in grado di eseguire la rianimazione cardiopolmonare.

Il defibrillatore verrà posizionato,  adiacente al Comune, luogo frequentato da molti cittadini, in una posizione strategica, perché in prossimità delle scuole elementari, della biblioteca, dei Vigili Urbani, degli uffici di Acque Veronesi, di Bovolone Attiva e di tutti gli uffici Comunali, questi ultimi teatro anni fa, di un triste episodio, dove una persona recatesi proprio in Comune, aveva avuto un infarto e purtroppo non ce l’ha fatta. Ora se si verificasse un caso simile, il defibrillatore, se usato in tempo, potrebbe salvare una vita in più.

Come ben si sa l’arresto cardiaco è una delle prime cause di morte della nostra società. Se affrontato in maniera adeguata e con un defibrillatore, l’arresto del cuore può essere risolto salvando la vita della persone ed evitando successivi problemi neurologici. Ecco perché l’associazione Gente e Territori si propone di donare, ai Comuni di Verona e della provincia, 40 defibrillatori e di formare 300 persone in grado di eseguire la rianimazione cardiopolmonare, grazie a una generosa donazione da parte di una persona che desidera rimanere anonima.

 

La Rana News
L'autore
La Rana News - Il portale di attualità, cultura e informazione di Bovolone. Dopo il successo del giornalino ora tocca al web! I nostri confini si allargano... seguiteci e interagite con noi! Ora basta solo un clic!

Post Correlati

Lascia un commento

*