Ostiglia-Treviso

La vecchia linea ferroviaria Ostiglia-Treviso potrebbe diventare una pista ciclabile

L’iniziativa di valorizzare l’ex linea ferroviaria Ostiglia-Treviso e poterla trasformare in futuro in una pista ciclabile nasce dal comitato “Valore ai 4 Fiumi” (costituito a fine settembre 2013, con sede a Casaleone), che ha come obiettivo anche la valorizzazione del territorio limitrofo, al fine di offrire vantaggi competitivi all’intero percorso e territorio per lo sviluppo sociale, ambientale, culturale e turistico delle zone limitrofe.

La ferrovia Ostiglia-Treviso (lunga 116 km) metteva in comunicazione diretta il Veneto centrale con il sud dell’Italia mediante l’attraversamento del fiume Po ad Ostiglia. Nel 1984 ci fu la soppressione della tratta da parte del Ministero e nel dicembre 1987 la cessazione definitiva anche del rimanente servizio merci.

La tratta attraversa alcuni comuni della Bassa Veronese, quali: Casaleone, Cerea, Legnago, Minerbe e Cologna Veneta, i quali attraverso le finalità del comitato “Valore ai 4 Fiumi” potrebbero trarre dei benefici sostanziali sia dal punto di vista turistico che economico. Il progetto basato sulla valorizzazione di un’economia green-sostenibile, potrà essere finanziato tramite i fondi europei per l’Eco-Innovation “Horizon 2014-2020”, che sono messi a disposizione dalla Comunità Europea per queste tipologie di iniziative.

Enti e aziende presenti lungo il territorio possono avere interesse a consultare il sito www.ostiglia-treviso.it , in particolare la pagina “Progetto” e diventare soci del comitato “Valore ai 4 Fiumi”, con due diverse opzioni, simpatizzanti o sostenitori.
Per informazioni è possibile inviare una mail al seguente indirizzo: segreterio@ostiglia-treviso.it.

Costantino Meo
L'autore
Costantino Meo - Giornalista Pubblicista dal 2009, Laureato in Scienze della Comunicazione, ha collaborato e diretto vari periodici locali. Appassionato di politica, sport, meteo e ovviamente scrittura, è l'ideatore del sito e il direttore responsabile di "La Rana" e "La Rana News".

Post Correlati

Lascia un commento

*