Btp Italia novembre 2017, terminato il collocamento

Btp Italia novembre 2017, terminato il collocamento

La quinta emissione del Btp Italia ha avuto un successo inaspettato per il Tesoro. Sono stati infatti collocati più di 22 miliardi di titoli in soli due giorni di prenotazioni. Il collocamento previsto doveva terminare l’8 novembre, ma la chiusura è stata anticipata ad oggi, per la grande richiesta da parte dei clienti retail. Il Btp italia 2017 garantirà un tasso di rendimento del 2,15% a cui andrà sommata l’inflazione, e per chi terrà il titolo sino alla scadenza vi sarà anche un premio del 4 per mille finale.
Il grande successo è dovuto al buon rendimento per un titolo con scadenza a 4 anni. Se si aggiunge l’inflazione (attualmente intorno all’1%) il nuovo btp italia renderà circa il 3,20% lordo. Anche i piccoli investitori hanno deciso di affidarsi a questo prodotto finanziario, molto pubblicizzato dal Ministero del Tesoro e abbastanza solido vista la scadenza a breve-medio termine.
Questo era l’ultimo collocamento del 2013 di Btp italia previsto dal Tesoro, non è da escludere che il prossimo anno vi saranno nuove emissioni analoghe di titoli similari a quest’ultimo. Le precedenti emissioni hanno visto tassi di rendimento ancora più alti, ma la domanda degli investitori è stata molto inferiore. L’abbassamento dello spread ha convinto gli italiani a comprare il debito pubblico italiano con maggior convinzione.
Il direttore generale del debito pubblico del ministero dell’Economia, Maria Cannata, aveva auspicato che la domanda non fosse così grande come quella dell’aprile scorso, per non gravare troppo sulla scadenza a 4 anni, ma il risultato record di ieri ed oggi ha quindi superato di gran lunga le aspettative del Tesoro italiano, che ha chiuso in anticipo il collocamento.

Costantino Meo
Direttore Responsabile

Costantino Meo
L'autore
Costantino Meo - Giornalista Pubblicista dal 2009, Laureato in Scienze della Comunicazione, ha collaborato e diretto vari periodici locali. Appassionato di politica, sport, meteo e ovviamente scrittura, è l'ideatore del sito e il direttore responsabile di "La Rana" e "La Rana News".

Post Correlati

Lascia un commento

*